La Palazzona di Maggio

Fonte primaria rimane un disegno del 1581 di Alfonso Nelli (agrimensore), che ritrae l'edificio di proprietà di giovanni e Pompeo Negri. Già nel '600 vien genericamente chiamato "Palazzo", che nel 1847 diviene del Conte Malvezzi e in seguito del latinista G.B. Gandino, da cui mutuò il nome per lungo tempo. Oggi, divenuta sede dell'azienda vinicola Perdisa, è universalmente conosciuta con il nome di Palazzona di Maggio ed ospita eventi, degustazioni, mostre, cerimonie (in particolare matrimoni). Affacciata sul colle più settentrionale di San Pietro gode di una vista magnifica sulla pianura sottostante. La circonda un parco lussureggiante ed estesi vigneti da cui si ricavano vini pluri premiati (Bracone, Ulziano, Maleto). Il fondatore dell’azienda fu Luigi Perdisa, luminare dell’agricoltura italiana. Infatti il professor Perdisa, nel solco di una tradizione che in queste colline risale al 1800 e convinto assertore della straordinarietà dei suoi terreni piantò, sin dagli anni sessanta, vitigni internazionali come il Cabernet Franc e Sauvignon, il Merlot, il Pinot Nero e lo Chardonnay che affiancarono ampie superfici di Albana e Sangiovese di Romagna, signori incontrastati delle colline imolesi e romagnole. Per approfondimenti consultare il link: http://www.palazzonadimaggio.it/it/home